Like

ma soprattutto dislike

Quando la nostra reazione ad una cosa che non ci piace, che ci ha deluso, che non si allinea al nostro pensiero e via dicendo, é eccessiva, ci dobbiamo interrogare sulla ragione della nostra risposta.

Ho trovato questo libricino fastidioso.

Quindi mi sono domandata perché ho trovato cosi sgradevole Like di Anna Pettene? Perché in un panorama sovraffolato di titoli in un paese in cui pochi leggono, mi sembra uno spreco vedere pubblicati libri che non meritano l’accesso.

E per me questo libro non vale la pubblicazione.

Un elenco parziale e personale della tipologia utente di FB (non di qualsiasi altro social come ci si potrebbe aspettare dal sottotilo), che non é una analisi ma un’opinione personale dell’autrice, e che inoltre sembra il frutto di frustrazioni personali covate per anni. Mentre lo leggevo avevo l’impressione che venisse bullizzato l’utente medio, non il leone da tastiera, non il bullo social, ma chiunque.

Per me bullizzare vuol dire non solo insultare o denigrare, ma anche ironizzare, prendere in giro le persone senza che ce ne sia una ragione particolare. Se non ci piace quello che vediamo, possiamo tranquillamente cambiare social, guardare un’altra foto, ignorare il commento.

Ironico il risultato, considerata l’aspirazione di condanna verso il bullismo da parte dell’autrice…